SONDAGGIO INTERNO, RISPONDI ALLE 10 DOMANDE VELOCISSIME PER DARE IL TUO CONTRIBUTO NEL COMPRENDERE LE REALI CAUSE DI QUESTO DISTURBO CHE RIGUARDA UN PO’ TUTTI

CAUSE

1) Assottigliamento della pelle

La pelle al di sotto degli occhi è molto sottile e delicata. Con il trascorrere degli anni, essa si assottiglia sempre di più, rendendo visibili i vasi sanguigni. Ciò contribuisce ad evidenziare le occhiaie. Si tratta di una condizione che può essere aggravata da un esposizione eccessiva e priva di protezioni ai raggi solari.

2) Allergie

La presenza di occhiaie può essere in taluni casi considerata un segno di allergia, soprattutto per coloro che soffrono di sensibilità a polvere, pollini e graminacee. Le occhiaie possono essere correlate anche ad allergie alimentari ed aggravate da prurito, bruciore agli occhi e necessità di strofinarli.

3) Ritenzione idrica e disidratazione

A causa della ritenzione di liquidi da parte dell’organismo, i vasi sanguigni nella zona perioculare possono dilatarsi, avendo come conseguenza una presenza maggiormente evidente delle occhiaie. La ritenzione idrica potrebbe essere legata a problemi cardiaci, alla tiroide, ai reni o al fegato, ma anche all’assunzione di alcune tipologie di farmaci che la favoriscono. La presenza di occhiaie potrebbe inoltre essere dovuta a disidratazione, causata da una scarsa assunzione di acqua durante il giorno.

4) Genetica e insonnia

La presenza di occhiaie in famiglia può essere predeterminata da una predisposizione genetica. Tra i membri della famiglia, coloro con la carnagione più chiara potrebbero presentare occhiaie più evidenti. Le occhiaie possono anche essere causata da insonnia e scarso riposo, che possono rendere il colorito più pallido e i capillari al di sotto degli occhi più evidenti.

5) Anemia

La presenza di occhiaie, accompagnata da un evidente pallore, potrebbe essere dovuta ad anemia e carenza di ferro, condizioni di cui sarebbe bene indagare immediatamente le cause, in modo da poter giungere ad una soluzione in tempi brevi, anche grazie ad alcuni rimedi naturali considerati efficaci.

Il Benessere degli Occhi
€ 18.50

TIPOLOGIE DI OCCHIAIE

– Le occhiaie gonfie e non troppo scure, con tendenza dei tessuti con cedimento, indicano che il corpo sta trattenendo troppi liquidi.

– Le occhiaie incavate suggeriscono invece un bisogno di idratazione e di acqua, indispensabile per spazzare via le scorie che “imbevono” i tessuti.

Vediamo come agire per i due disturbi.

Per le occhiaie gonfie

Segui un regime disintossicante per alleggerire le attività renali e favorire il drenaggio dei ristagni. A tavola evita dolci o salumi, sale, caffè, zucchero bianco e burro (sono i cibi che aumentano gli acidi urici e i residui azotati) e privilegia verdure fresche di stagione, frutta e cereali, che stimolano la diuresi e depurano l’intestino. Come drenante specifico usa il macerato glicerico di betulla: per almeno un mese 20 gocce in un bicchiere d’acqua, lontano dai pasti, 3 volte al giorno.

Per le occhiaie scure, secche e incavate

Oltre a seguire le indicazioni alimentari utile per le occhiaie gonfie, intervieni con un integratore reidratante: le occhiaie scure e “secche” indicano una carenza di liquidi così marcata da impedire alla cute di eliminare i depositi  di tossine. Una buona soluzione è fare irrigazioni con acqua marina nel naso ogni sera, prima di andare a dormire: si eliminano gli eventuali depositi di muco e, in più, si reidrata il contorno occhi. In alternativa applica sugli occhi una maschera preparata con un cucchiaio di yogurt intero, uno di olio di mandorle dolci e uno di miele.

 

Crema Rigenerante Contorno Occhi
Trattamento affinante, attenua le rughe e le linee sottili
€ 57.00

 

CURE NATURALI

METODO 1 – Maschera alla Mela e Uovo

Per eliminare le borse sotto agli occhi, prepara un composto con una mela frullata e un tuorlo d’uovo, applicalo, tenere in posa per una decina di minuti e poi risciacqua: lo sguardo sarà più disteso e leggero.

METODO 2 – Antiossidanti

Se le occhiaie sono causate da fragilità capillare, potrebbe rappresentare un buon rimedio arricchire la propria alimentazione con alcuni cibi ricchi di antiossidanti, come more, mirtilli, prezzemolo, cipolle, legumi e melagrana. Tra le bevande ricche di antiossidanti troviamo il tè, con particolare riferimento al tè verde o al tè nero. Una loro eccessiva assunzione potrebbe però contribuire a ridurre l’assorbimento del ferro da parte dell’organismo.

Matcha Tè Verde
Il tè verde Matcha contiene 10-15 volte più nutrienti complessivi e 100 volte più antiossidanti rispetto al tradizionale the verde, bianco, nero, rooibos, tè e mate.
€ 27.00

METODO 3 – Vitamina C

Un ulteriore elemento nutritivo ritenuto in grado di rafforzare i capillari è costituito dalla vitamina C. Per assicurarsi una corretta assunzione giornaliera di tale vitamina è bene arricchire la propria dieta di arance e loro spremuta, carote, kiwi, succo di limone, peperoni, fragole, pomodori e lattuga.

Vitamina C - 1000
€ 16.00

METODO 4 – Bustine di tè

Le bustine di tè, una volta fredde e dopo essere state ben strizzate, possono essere applicate al di sotto degli occhi in modo tale da attenuare il gonfiore ed i segni causati dalla stanchezza, così da rendere le occhiaie meno evidenti. Prolungate l’applicazione delle bustine per almeno un quarto d’ora durante un momento di relax.

METODO 5 – Maschera naturale

Il succo di cetriolo, ottenuto utilizzando una centrifuga, o le stesse fettine di cetriolo, possono rappresentare un utile rimedio contro le occhini. Le fettine di cetriolo possono essere applicate direttamente sugli occhi chiusi per un quarto d’ora – magari mentre ci si dedica ad una maschera per il viso naturale. Il succo di cetriolo può essere utilizzato imbevendo delle garze o dei fazzolettini in cotone da applicare sugli occhi chiusi per il medesimo lasso di tempo.

METODO 6 – Riposo

Se le occhiaie sono dovute a carenza di sonno, l’unico rimedio vero e proprio a cui ricorrere consiste nel cercare di dormire di più, ricordando come, secondo l’Ayurveda, sia importante addormentarsi non più tardi delle 11, poiché e nelle prime ore della notte che il nostro organismo si rigenera e si ricarica di energia, eliminando le scorie e favorendo la nascita di nuove cellule. In caso di insonnia, è possibile ricorrere ad alcuni rimedi naturali per provare ad affrontare il problema.

Detergente Viso a Base di Aloe Vera Biologica
Struccante, purificante e rinfrescante – PH 5.5
€ 8.90

METODO 7 – Succo di pomodoro

Un altro rimedio naturale considerato efficace per attenuare i segni delle occhiaie è costituito dal succo di pomodoro, da applicare al di sotto degli occhi con l’aiuto di una garzina in cotone o di un fazzolettino. Il succo di pomodoro può contribuire ad attenuare eventuali gonfiori e a migliorare la tonalità della pelle al di sotto degli occhi.

METODO 8 – Equilibrio alimentare

Secondo la medicina cinese, le occhiaie potrebbero essere il segno di uno squilibrio energetico a livello dei reni. Ecco che dunque potrebbe essere utile a risolvere il problema assumere alcuni alimenti adatti a riequilibrare la situazione, tra i quali troviamo noci, pistacchi, lamponi, finocchi e semi di aneto.

METODO 9 – Patate

Un semplice rimedio naturale per attenuare borse e occhiaie è costituito dall’applicazione sulle zone interessate di sottili fettine di patate, la cui applicazione potrà essere considerata come un vero e proprio impacco, in grado di attenuare sia il gonfiore attorno agli occhi, sia i segni scuri dovuti alla stanchezza.

 METODO 9 – I Cuchiaini

Conservare in frigorifero un paio di cucchiaini da tè. All’occorrenza, saranno pronti per essere applicati sotto gli occhi per una decina di minuti. In alternativa si possono mettere nel frizer quando servono e lasciarli raffreddare per 10 minuti e poi si possono usare. E’ un trattamento sicuramente da shock, a causa del freddo, ma molto efficace.

METODO 10 – Fragole

Contengono al loro interno acido alfa-idrossi che contribuisce a rendere la pelle liscia per un aspetto giovanile. È particolarmente indicato, quindi, per ridurre il gonfiore sotto agli occhi.
Tieni le tue fragole in frigorifero per mezz’ora, rimuovine il ciuffo e tagliale a pezzi grossi. Sdraiati e disponi le fette sotto le palpebre per diversi minuti.

METODO 11 – Aloe Vera

Ne abbiamo parlato così tanto nei nostri articoli che quasi ti stavi preoccupando di non averla ancora sentita citare, vero? La sua vitamina E e le sue proprietà antiossidanti sono efficaci nel ridurre il gonfiore attorno agli occhi e nel mantenere una pelle liscia. Applica il gel di Aloe Vera per ridurre la pressione sanguigna, ma stai attento a non farlo entrare a contatto con la pupilla.

Gel - Aloe Vera
Con 97,5% di gel di aloe vera
€ 15.60

METODO 12 – Camomilla

Fate un infuso di camomilla, fatelo raffreddare e diventare freddo, poi bagnate due dischetti di cotone e teneteli sulle palpebre 5-10 minuti, per un effetto decongestionante. Può essere usato anche con acqua di rose, lavanda, malva, acqua termale e fiordaliso.

METODO 13 – Latte

Imbevete due dischetti di cotone nel latte molto freddo. Applicateli sugli occhi per una decina di minuti.

METODO 14 – Olio

In una ciotola di acqua freddissima, aggiungete 5-6 gocce di olio alla vitamina E. Imbevete due dischetti di cotone e appoggiateli sopra gli occhi, poi ripetete l’operazione diverse volte per 15 minuti.

METODO 15 – Nocciolo

Preparate un infuso con 2 cucchiai di foglie di nocciolo lasciate a macerare 15 minuti in mezzo litro di acqua bollente. Filtrate ora l’infuso e lascialo raffreddare, poi mettetelo per mezz’ora nel freezer. A questo punto, imbevete i dischetti di cotone nell’infuso gelato e applicateli sugli occhi, tenendoli per 15 minuti.

Fonti:

donnamoderna.com

greenme.it

riza.it

benessere.guidone.it

curarsialnaturale.it

Occhi Sani - Mascherina per Occhi
Per occhi stanchi, irritati, arrossati, palpebre gonfie
€ 13.00

Contorno Occhi Borse e Occhiaie
Con acqua Unicellulare di Kiwi e Caffeina
€ 16.00