di Matteo Camorani

e5870e053ef385464c777274997acd49

Oggi vorrei raccontarvi la vera storia di Lucifero.

Sì, proprio lui: Lucifero, il grande tentatore, la fonte di ogni male.

A lungo, durante l’infanzia, l’idea di un Maligno diabolico e cospirante ha terrorizzato la mia fervida immaginazione di bambino… fino a che, un giorno, non compresi le cose nella loro più semplice e più limpida realtà. Lasciate che vi racconti questa storia. E se non credete alla religione, non ha importanza: prendetela come una storia umana, o come una bella favola; concedetele, almeno nella vostra fantasia, di essere reale… e godete di ciò che essa vi fa provare.

C’era una volta il Paradiso, popolato da innumerevoli angeli. Ognuno di essi risplendeva per bellezza e saggezza, e ovunque, in ogni essere, non vi era altro che luce, purezza e virtù. Venne il tempo in cui, nel mondo, si rese necessario coprire determinati ruoli; ogni volta che questo avveniva, Dio Padre domandava ai suoi angeli chi volesse rivestirlo, e puntualmente qualcuno si offriva. Così, uno ad uno, ogni angelo ebbe il suo compito, affinché ognuno potesse compiere ciò che era nato per compiere.Un giorno, quando molti compiti e mansioni ormai erano stati distribuiti, Dio Padre chiamò tutti i suoi angeli, che si raccolsero attorno a Lui in contemplazione. E, con voce amorevole, disse:

«Figli miei amati, si presenta un nuovo compito per voi. Uno di voi dovrà farsi avanti. Costui dovrà prendere su di sé tutti i mali del mondo e tutte le colpe degli uomini. Sarà biasimato, maledetto, insultato, e le genti di ogni luogo e di ogni tempo imprecheranno contro di lui. Si rivestirà di attributi orribili, sarà chiamato con nomi spaventosi, e si diranno di lui ogni genere di cose. Perderà ogni bellezza e ogni virtù. Sarà conosciuto da tutti come la fonte di ogni male, e nessuno avrà per lui parole di conforto, ma solo di biasimo e di odio. Si racconterà che questo angelo, per orgoglio, volle divenire più grande di Dio, e che per questa ragione fu bandito dal luminoso Regno dei Cieli e cacciato nelle fredde profondità della terra. Costui prenderà su di sé tutte le colpe dell’uomo, fino a che quest’ultimo non si renderà conto che ogni male origina solo dal suo egoismo. Figli amati, chi si offre per ricoprire questo ruolo?»

All’udire queste parole, gli angeli ebbero un brivido. Nessuno, neppure i più lucenti e consapevoli, ebbero il coraggio di offrirsi per questa impresa, la più ingrata, disumana e faticosa di tutte. Vi era un silenzio carico di tensione e i cuori palpitavano di paura alla sola idea di cosa si prospettasse, per chi si fosse fatto avanti.
Il silenzio fu rotto solo da una divina, bellissima voce, che con tono deciso, ma al contempo umile e pacato, disse: «Mi offro io».

Tutti si voltarono, e videro: era lui, Lucifero, il radioso portatore di luce, l’angelo in assoluto più vicino a Dio per intelligenza, bellezza e saggezza. Senza titubare, alzò la mano e si rivolse a Dio:
«Padre, farò io ciò che chiedi. Pur di fare la tua volontà, perderò ogni cosa, la bellezza, la grazia, il favore e l’amore dell’uomo. Io sono tuo servo, non desidero nulla per me stesso. Tale è il mio amore per Te: desidero solo fare la tua volontà. Eccomi, sono pronto.»
E così Lucifero venne fatto precipitare nelle gelide profondità della terra, e divenne la fonte di tutti i mali, il tentatore, il grande corruttore dell’umanità… o almeno, fintanto che l’umanità vorrà riconoscerlo come tale, cercando all’esterno di sé la fonte di ogni male.

Chi, se non il più bello, il più virtuoso, il più sublime, avrebbe potuto accettare un ruolo così orribile, per amore del Padre? Chi, se non l’essere in assoluto più vicino a Dio, colui che ha scelto di svolgere il servizio più eroico, che ha comportato il sacrificio più grande di tutti?
Lucifero: l’unico, nello sconfinato Paradiso, che ha avuto il coraggio di alzare la mano e dire: «eccomi, mi faccio avanti io». Ecco, più grande di tutti gli uomini pii, più grande di tutti gli esseri che l’uomo dipinge di bontà, è colui che rinunciò alla massima beatitudine per mascherarsi di peccato. Egli era il primo e, per amore, ha liberamente accettato di essere l’ultimo, di prendersi addosso tutto lo schifo del mondo, le cattiverie, le ipocrisie, gli insulti, le maledizioni, le colpe.

Se questa storia vi sembra un po’ diversa da quella che conoscete, c’è un motivo: la storia che ci è stata insegnata è come una sorta di “commedia”, mentre ciò che vi ho appena raccontato rappresenta il “dietro le quinte”. Forse, se vi è capitato di leggere questo scritto, significa che siete pronti ad andare al di là della commedia, e a conoscere i veri volti degli attori e la loro vera identità.
In fin dei conti, quell’eroico sacrificio è servito proprio a permettere di raccontare quella commedia, necessaria a tutti quegli uomini non ancora in grado di riconoscere che il male viene da loro stessi, e non da una qualsiasi entità esteriore. Ed è bellissimo tutto questo…. e se mi chiedessero da dove ho attinto, direi che questa storia l’ho presa dal cuore, dalla verità stessa; perché i libri dicono bugie, ma la verità non ne dice mai.

(di Matteo Camorani)

Leggi anche:

Poesia di una Donna che visse coi Nativi D’A... di Oriah "Mountain Dreamer" Non mi interessa cosa fai per vivere, voglio sapere per cosa sospiri e se rischi il tutto per trovare i sogni del tuo ...
LOST IN SLOVENIA with Dr. Ihaleakala Hew Len &... Una storia vera, autobiografica, fedelmente raccontata, che narra di come la bellezza della vita ci accade e ci guida se solo sappiamo rimanere aperti...
Non seppi mai cosa fosse l’amore.. di Daniela Coin Racconto pubblicato sul blog Racconti Eterei, "Serie AWARE" Torakiki non era ancora rientrato e cominciavo a preoccuparmi. Cammi...
Riflessioni sul Senso della Vita (Agosti) di Ivo Nardi Intervista a Silvano Agosti    dicembre 2009 Silvano Agosti, regista, scrittore, poeta. Nato a Brescia, appena diplomato parte per Lo...
I 15 migliori film d’animazione e la loro mo... di Daniela Coin, Consulente per il Benessere Naturale Olistico L'oscar al miglior film d'animazione è stato assegnato a partire dal 2002. Ma anche ...
Ode all’eiaculazione precoce La prima volta che ho visto questa pubblicità, a mio avviso terribilmente normativa, ho avuto la stessa brutta sensazione che ho ogni volta che in t...
Chi sono veramente Satana e Lucifero? La verità ch... di Matteo Camorani "Il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi. A Chuck Norris però, oltre ai coperchi, ha fatto anche un frigorifero, un forno m...
Come capire le richieste delle donne (anche quando... di Daniela Coin, Consulente Relazionale Le donne sono degli esseri complessi, e più passano gli anni più lo diventano. In una società in cui la do...