di Daniela CoinConsulente per il Benessere Naturale Olistico

eventi-negativi

Non capisco come possiamo tutti noi credere che un evento sia negativo. Cioè è un pensiero troppo primitivo.

Voglio dire, se perdo il lavoro ovvio che lì per lì ci rimango e mi dispiace. Ma è davvero assurdo focalizzarsi sull’evento “andato storto” perché questo blocca letteralmente la possibilità di fare cose bellissime. Metti che mi muore il cane, domani magari cambio vita: parto e vado a vivere in Australia. Mi lascia il fidanzato? Prima me la metto via e prima scopro che magari posso dedicare del tempo a me, a un progetto. Perdo il lavoro? Prima smetto di disperarmi e prima scopro che magari era giunto il momento di fare un’altra cosa.

La vita offre migliaia di possibilità che nascono proprio da questi apparenti “eventi negativi”, ma possono scoprirle solo quelli che rimangono veramente aperti a viversele.

Magari mi muore il cane, mi lascia il fidanzato perché mi è morto il cane e sono depressa, perdo il lavoro perché sono sull’orlo del suicidio dopo che mi è morto il cane e il mio ex mi ha lasciata. Ecco, magari se evito di lanciarmi da un grattacielo, o di chiudermi in casa ad ingozzarmi di gelato e nutella, o di gelato alla nutella(!), magari esco e incontro un uomo al bar che mi offre il lavoro che ho sempre sognato perché si è innamorato di me e vuole portarmi a vivere nel suo ranch in Australia.
Perché no? Tu leggi e pensi: no è impossibile.
Ma perché??

Il mondo è pieno di storie come questa, anche assurde. E nel nostro piccolo ne avremo sicuramente vissute. Io un giorno dovevo trasferirmi, avevo trovato una casa che mi piaceva e dovevo confermarla. Chiamo al mattino in agenzia e trovo la segreteria, nonostante fossero in orario d’apertura. Allora chiamo il pomeriggio e mi dicono “Mi dispiace ma l’abbiamo affittata stamattina!” (magari non mi rispondevano perché stavano firmando il contratto!) e lì per lì me la sono presa. Ma non sono rimasta troppo a rimuginarci sopra, e infatti la casa che trovai dopo fu mille volte migliore di quella che avevo adocchiato all’inizio, ed incredibilmente mi fu data ad un prezzo inferiore. Impossibile? Noooo!!

Io conosco persone che hanno stravolto la loro vita da eventi disastrosi e sono finite a viversi esperienze che prima non avrebbero nemmeno potuto immaginare. Una donna che a 45 anni è stata lasciata poco prima del matrimonio, e cosa ha fatto? Ha fatto un corso di sub ed ora lavora ai Caraibi accompagnando i turisti nelle immersioni.
Un uomo che si è visto ridurre in pezzi la ditta dal suo socio e che, invece di disperarsi, ha raccolto gli ultimi risparmi, è andato a fare un viaggio con la moglie, ed ha conosciuto un riccone degli Emirati Arabi Uniti mentre era in Francia. E questo gli ha dato appalti per la sua ditta che si è così potuta rimettere in piedi e adesso lavora da solo e con entrate raddoppiate.
Ma se queste persone si fossero rinchiuse nel bagno a piangere, se fossero rimaste lì a disperarsi, lamentarsi, a dire che la vita era ingiusta, che fine avrebbero fatto?

Voi credete che le persone felici siano quelle a cui non è mai accaduto nulla e che sono ricche, che non hanno problemi e che sono fortunate? No, vi sbagliate! Le persone felici sono quelle a cui è accaduto di tutto e non si sono mai, MAI fermate! Perché quello che hanno ottenuto da quegli eventi non è qualcosa di materiale, non è qualcosa che qualcuno può rubare. E’ un’esperienza di vita che li ha resi forti e che ha mostrato loro chi sono, le capacità che hanno, e che non c’è niente da temere se non le proprie paure. E questa esperienza nessuno mai potrà rubargliela.

Ecco perché sono felici. Perché quella serenità ce l’hanno dentro.

Leggi anche:

Vedere il proprio condizionamento (Krishnamurti) di Jiddu Krishnamurti Tratto da: Può cambiare l'umanità? (Ubaldini ed.) È possibile per noi esseri umani, esseri umani che vivono nel mondo ter­...
La Felicità accade Adesso di Linda Molin Usa tutto ciò che ti accade oggi per Essere Qui. Sii Adesso. Non bramare l'uscita dal lavoro, quando finalmente potrai andare a ...
Gelosia: conoscerla, capirla, gestirla di Matteo Camorani Anzitutto: di cosa stiamo parlando? “Gelosia” è un termine attorno al quale si è creata molta confusione. In tanti anni di ri...
Che cos’è l’Ego? (Osho) Come prima cosa, si deve comprendere cos’è l’ego. Un bimbo nasce. Egli viene al mondo senza alcuna cognizione, né coscienza del suo sé. E quando un ...
Solitudine, Isolamento, Abbandono, Depressione: co... di Daniela Coin, consulente relazionale • www.verouomo.it E SE TU SARAI SOLO, TU SARAI TUTTO TUO - Leonardo da Vinci La solitudine è com...
SUL DISTRARSI Daniela Coin, Consulente per il Benessere Naturale Olistico   UNA SFILZA DI OTTIME DISTRAZIONI Come molti di voi sanno, sono una gamer. Lo s...
Vuoto, Solitudine e Meditazione di Daniela Coin, Consulente per il Benessere Olistico Un'intera esistenza passata a cercare problemi e a soffrire cercando di risolverli, ma perché...
DEPRESSIONE: Cause e Cure Daniela Coin, Consulente  La routine che ci uccide Tutti noi, presi dalla routine della vita, ci dimentichiamo troppo spesso di quello che siamo...